quanto costa la sincerità?

Si racconta di un regista che ad un ppm in cui il cliente ( una multinazionale di detersivi) voleva per il suo film un maritino con la faccia pulita, si oppose sostenendo che i mariti dovevano avere una faccia da stronzi. La disputa si fece più accesa. “Faccia pulita”, diceva il cliente. “Faccia da stronzo” rispondeva il regista. Dopo una disquisizione improbabile dell’account che cercava di difendere la posizione del cliente ( mava?) e questi cercava di illustrare il profilo di un improbabile modello di marito ( correvano gli anni 80, il mondo della milanodabere andava perlopiù a puttane, figuriamoci i mariti..) il regista perse la pazienza e guardando in faccia prima l’account e poi il cliente affermò testualmente: I mariti si sa hanno una faccia di merda …una faccia come la vostra!”. Il regista in questione non lavorò più per quel cliente, ma sorrise per tutta la settimana e  tutte le volte che raccontava quella storia. E quelle occasioni furono molte. Ne valse la pena.

 

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Qualcosa di preoccupante

L’altro giorno mi ha chiamato un Producer per comunicarmi che mi aveva messo in gara per un film di un detersivo. “Sai, la luce fa schifo e la recitazione è da babbuini…però ti assicuro, è tutto fatto apposta…è una strategia di mercato” mi dice il Producer per illustrarmi il progetto. Ora bisogna specificare che questa persona non sapeva che genere di disastro psicologico stava per mettere in ballo. Lui credeva di fare una cosa buona  e giusta. In effetti con i tempi che corrono, essere presentati nelle gare non è affatto male. C’è da dire che il preambolo del “FILMMEDIOCRERECITATODACANI” non era il solo scoglio che mi si poneva di fronte. C’era anche il problema del budget: due patate ed un peperone. Per una sorta di ignoranza che non ho ancora esplorato ho detto di si a questo progetto. Non di gran voglia, ma ho detto si. Prima ho fatto due chiacchiere con un amico Art il quale mi ha consigliato di accettare, non fosse per consolidare il rapporto che avevo con il Producer. Così ho fatto. Qualche giorno dopo il Producer mi chiama e mi dice che l’Agenzia mi ha fatto fuori dalla gara. Non ho potuto nascondere un grande sollievo. Se mi avessero detto che la mia reel andava bene per fare un film brutto mi sarei decisamente preoccupato. Il producer in questione ha intuito che fossi contento perché questo sicuramente non avrebbe rappresentato il “film della mia vita”. Ma così non è . Almeno non del tutto. Non so ancora quale sarà il film della mia vita, ma questo era proprio della vita di qualcun altro. Adesso evito di discutere della cosa con il Producer in questione , ma vorrei da una parte ringraziarlo per avermi pensato e dall’altra fargli capire che per due patate e un peperone  fare un film che nemmeno mi posso mettere in reel forse non ne vale proprio la pena. Capirà? Forse avrei dovuto utilizzare una strategia di mercato differente, forse quello.

 

Una buona settimana da Shooting Man

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Director’s cut

Dedico questo primo post al director’s cut. Il primo, quello che piace a te che fai il regista, quello che ti viene fuori dalla pelle d’istinto. Quello che piace a me insomma. Apro questo blog con un nick anonimo per poter parlare a ruota libera di quello che ci va. Con il “ci” parlo di noi registi che lavoriamo nella pubblicità, nei videoclip e nella tv. Il perchè dell’anonimato è semplice: già si lavora poco, se poi si viene a sapere che questo ha scritto quella cosa oppure ha avuto da dire su quella determinata faccenda allora si che si smette davvero di lavorare. Io però di aprire questo blog di confronto tra registi ne sento davvero l’esigenza. E infatti comincio a scrivere. Purtroppo il director’s cut è quell’edit che il regista fa  e sul quale metteranno le mani quelli dell’agenzia di pubblicità. Dico purtroppo perché credo sia rarissimo che resti tale. Apriamo quindi la discussione e mi raccomando, non risparmiatevi: nessuno più di noi ha bisogno di comunicare in un momento come questo.

Un benvenuto a tutti.

Vostro Shooting Man

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Hello world!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!

Posted in Uncategorized | 1 Comment